Rischi Privacy per immagini dei minori pubblicate online: guida per una condivisione sicura | TUTELA PRIVACY | GDPR | DPO
637
post-template-default,single,single-post,postid-637,single-format-standard,bridge-core-2.0.8,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-19.5,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Rischi Privacy per immagini dei minori pubblicate online: guida per una condivisione sicura

Rischi Privacy per immagini dei minori pubblicate online: guida per una condivisione sicura

Nell’epoca digitale odierna, la condivisione di immagini online è diventata una pratica diffusa, ma quando si tratta di minori, è fondamentale essere consapevoli dei rischi per la privacy e la sicurezza. In questo articolo, esploreremo i pericoli associati alla pubblicazione di foto dei bambini su Internet e forniremo utili suggerimenti per una condivisione sicura.

1. Proteggere la Privacy dei bambini: un imperativo!

La pubblicazione di immagini dei minori online espone i bambini a un vasto pubblico, comprese persone sconosciute. Per garantire la loro sicurezza, è essenziale limitare la condivisione a parenti e amici intimi. Utilizzare impostazioni di privacy rigorose e assicurarsi che le foto siano visibili solo a una cerchia ristretta.

2. Geotagging: un rischio da evitare

Le fotocamere moderne includono spesso la funzione di geotagging, che aggiunge informazioni (sotto forma di metadati) di localizzazione alle immagini. Disattivare questa funzione è fondamentale per proteggere la privacy dei bambini e impedire il rilevamento della loro posizione.

3. Prevenire il Cyberbullismo e il Trolling

I bambini possono essere vittime di cyberbullismo e trolling online, quindi è importante condividere solo foto appropriate e non imbarazzanti. Educare i minori sull’importanza di proteggere la loro privacy online è un passo cruciale per prevenire eventuali abusi.

Il trolling su minori è una forma di cyberbullismo che coinvolge l’utilizzo di Internet per molestare o minacciare minori. Il trolling sui minori può essere fatto in una varietà di modi, tra cui:

  • Inviando messaggi di testo o e-mail molestanti o minacciosi
  • Pubblicare contenuti online offensivi o dannosi sul minore
  • Seguire o spiare il minore online
  • Tentare di contattare il minore in modo inappropriato

Il trolling su minori può avere un impatto negativo significativo sulla vita del minore, portando a problemi di salute mentale, ansia, depressione.

4. L’impatto Duraturo della Condivisione Online

Le foto pubblicate online possono rimanere accessibili per molto tempo e possono avere un impatto negativo sulla privacy e sulla reputazione dei bambini anche in futuro. Prima di condividere qualsiasi immagine, riflettete sulle possibili conseguenze a lungo termine.

5. Utilizzo Commerciale non Autorizzato

Evitate di condividere foto dei minori che potrebbero essere utilizzate senza consenso per scopi commerciali o pubblicitari. Proteggere i diritti delle immagini dei bambini è essenziale per evitare situazioni sgradevoli.

6. I Consigli dell’esperto

Se si decide di pubblicare immagini di minori online, è importante prendere alcune precauzioni per proteggere la loro privacy, come:

  • Non pubblicare o limitare la condivisione di immagini che mostrino il volto o altre caratteristiche identificative del minore;
  • Chiedere sempre il consenso (anche verbale) ad entrambi i genitori, prima di postare una foto di un bambino su un social network; 
  • Non pubblicare o limitare la condivisione di immagini che ritraggono il minore in attività che potrebbero essere considerate inappropriate;
  • Impostare le impostazioni di privacy in modo che le immagini siano visibili solo a un gruppo selezionato di persone “note”;
  • Educare il minore sui rischi di privacy online e su come proteggersi.

7. Conclusioni

La condivisione di foto dei minori online può essere gratificante, ma è fondamentale prendere sul serio i rischi associati alla privacy e alla sicurezza. Seguendo le linee guida fornite in questo articolo, è possibile proteggere i bambini e garantire una condivisione sicura e responsabile. Proteggere la sicurezza e l’integrità dei nostri figli deve essere sempre la nostra massima priorità, sia nel mondo reale che in quello virtuale.

8. Note dell’Autorità Garante – “E-STATE IN PRIVACY”

Per leggere i suggerimenti del Garante su selfie e foto, protezione di smartphone e tablet, acquisti online, uso di app, chat e social network quando si è in vacanza , clicca qui.